Sei qui:
Modifica

Pracando

PDF Invia per E-mail Stampa Scritto da redazione Villa Basilica   
Sabato 12 Marzo 2011 11:56

La Frazione di   Pracando


 


 

Tornati sulla Via delle Cartiere, da Biecina si incontra il piccolo centro di Pracando. Dopo la peste de11630-31 che dimezzò la popolazione della vallata, vi fu costruito un Oratorio dedicato alla Madonna. Venne edificata anche una modesta casetta per il «romito» Marco Nanni di Colognora, che curava l'Oratorio ed ospitava i viandanti che avevano bisogno di un giaciglio. Come ricorda Giuseppe Ghilarducci, nei primi del '700, in una notte di Natale, una tremenda alluvione travolse l'Oratorio ed uccise l'eremita ed un mugnaio che era con lui. Ne11729, a poca distanza dai ruderi dell'Oratorio distrutto, la pietà popolare edificò la chiesa attuale conosciuta come «Madonna del Ponte». Nella casetta adiacente hanno abitato diversi eremiti addetti alla sua custodia. Si ricordano i nomi di Michele Petroni, di Giovanni Galliani e di Lorenzo Antonio Nardi di Colognora. Nel 1871 l'Oratorio venne indemaniato, le questue furono proibite e l'ultimo romito fu allontanato. Vecchio, stanco e addolorato, rifiutò gli aiuti della popolazione e andò a morire lontano dal suo paese natale.