Sei qui: Home News CONSEGNA TESSERINI VENATORI

CONSEGNA TESSERINI VENATORI

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Redazione Comune di Villa Basilica    Mercoledì 08 Agosto 2018

tesserino-venatorio-toscanaL'Ufficio Polizia Municipale  ricorda che la consegna dei tesserini venatori per la stagione 2018/19 sarà effettuata tutti i giorni dalle ore 11:00 alle 13:00 salvo esigenze di servizio esterno.

Documentazione da presentare per il ritiro:

    1. Porto d'armi ad uso caccia e licenza di caccia in corso di validità (con versamenti annuali di rinnovo);
    2. ricevuta di versamento della tassa di concessione governativa per l'esercizio venatorio;
    3. ricevuta di versamento della tassa regionale per l'esercizio della caccia;
    4. ricevuta attestante il versamento per l'iscrizione all'ATC/AATTCC su regolare bollettino (altrimenti sarà necessaria la convalida presso l'ATC di riferimento);
    5. tesserino della precedente stagione venatoria o tagliando dell'avvenuta riconsegna del tesserino;
    6. allegato alla licenza di caccia (tesserino giallo)

I tesserini venatori della stagione passata devono essere restituiti all'Ufficio Polizia Municipale  entro il 31 agosto 2018.

Tesserino Venatorio digitale

La Regione Toscana, dalla stagione venatoria 2017/2018, ha reso disponibile una App denominata “TosCaccia” per l’introduzione del tesserino venatorio elettronico per i cacciatori toscani, con l’obiettivo del superamento del tesserino venatorio cartaceo. L’applicazione può essere scaricata gratuitamente su tutti i telefoni cellulari compatibili e consentirà di registrare, analogamente al tesserino cartaceo, la giornata di caccia, l’ambito di caccia frequentato e i prelievi effettuati. L’utilizzo di tale applicazione è facoltativo e non obbligatorio, i cacciatori toscani infatti possono scegliere di continuare ad utilizzare il tesserino venatorio cartaceo tradizionale. L’adozione e l’utilizzo di tale App, sostituisce a tutti gli effetti la compilazione del tesserino venatorio tradizionale cartaceo, anche se non precludono in questa prima fase sperimentale il ritiro e la riconsegna del medesimo presso il Comune di residenza e il possesso del tesserino venatorio cartaceo durante l’attività venatoria.